Altre particolarità storiche

La chiesa della Disciplina nel centro storico del paese. Risale al 1500. La chiesa della Madonna della Fontana del 1600 (1 km a sud del centro). La chiesa di Santa Maria in Navene (a 5 km a nord di Malcesine), anch’essa del 1600. La chiesa di San Michele del 1100. Sorge in prossimità della prima fermata della funivia. La chiesa di San Zeno, costruita sull’eremo dei Santi Benigno e Caro, sorge in una stretta valle a 800 metri di altezza sopra la frazione di Cassone. Vi si arriva sia da Malcesine che da Cassone con un’ora e trenta di cammino. Ci sono testimonianze(codice CCIV) di numerose visite fatte dal re Pipino, secondogenito di Carlomagno, in questo luogo “per ascoltare dalle labbra di Benigno consigli e ammonimenti che fossero di giovamento all’anima sua”. Molte sono le leggende sulla vita dei due santi. La chiesa dei SS. Benigno e Caro che sorge nella frazione di cassone è del 1400.
Il vecchio mulino a vento sul porticciolo di Cassone. La Villa Pariani in località Sopri. Già Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, il Generale Alberto Pariani fu il primo sindaco di Malcesine nel 1952. Il Museo del Castello Scaligero conserva numerosi oggetti raccolti da Pariani durante tutto l’arco della sua vita. Di notevole interesse è un lascito di circa 400 volumi della sua biblioteca. La maggior parte di questi volumi, alcuni dei quali risalgono al 1500, riguarda la storia del territorio veronese. Tutte le notizie di carattere artistico-culturale possono essere approfondite facendo una visita alla Biblioteca Comunale situata all’interno del Palazzo dei Capitani.