PROGRAMMA REGIONALE DI INTERVENTI A SOSTEGNO DELLA FAMIGLIA E DELLA NATALITA’ – ASSEGNO PRENATALE – ANNO 2020 – DGR N. 1204 DEL 18/08/2020

Si informa che la Regione del Veneto, con DGR n. 1204 del 18/08/2020, ha approvato l’intervento di cui all’oggetto – Assegno prenatale, ai sensi della Legge Regionale n. 20 del 28/05/2020, art. 6, 7 e 8, “Interventi a sostegno della famiglia e della natalità”, intervento economico sperimentale a favore dei neonati, dell’importo di € 1.000,00 (per ogni nato), finalizzato a fronteggiare i costi legati alla gravidanza e le spese fondamentali nei primi mesi di vita del bambino.

Il suddetto importo viene raddoppiato in presenza di uno o più minori, fino al 6° anno di età, disabili gravi, ai sensi dell’art. 3, c. 3 della Legge 104/1992.

Le misure previste si rivolgono a destinatari con i seguenti requisiti:

  1. Nuclei familiari con minori nati dalla data del 19 agosto 2020;
  2. Avere un ISEE inferiore ad € 40.000,00;
  3. Assenza di carichi pendenti, ai sensi della L.R. n. 16/2018;
  4. Residenza nella Regione del Veneto;
  5. Idoneo titolo di soggiorno per i cittadini non comunitari; Per i punti 3-4-5 possesso dei requisiti alla data del 16/10/2020.

L’ISEE deve contenere anche il nuovo nato e può essere del tipo: Ordinario – Aggiornato – Corrente.

 

PRESENTAZIONE DOMANDE

La domanda va compilata su apposito modulo corredata di Isee e documento di identità. Il modulo predisposto dalla Regione del Veneto è reso disponibile :

  • Scaricandolo dal sito del Comune di Malcesine (VR)

 

Per      Informazioni     telefonare     al      numero      045.6589961.

 

Le domande, dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune di Malcesine entro e non oltre lunedì 1° marzo 2021 ore 12:00

con le seguenti modalità:

 

Il contributo sarà erogato dal Comune di Spinea, in qualità di Capofila dell’Ambito Sociale VEN_22 Sona. L’individuazione dei beneficiari avverrà in base al valore ISEE e l’erogazione dei contributi avverrà fino ad esaurimento delle risorse economiche disponibili, previo versamento delle somme spettanti al Comune Capofila da parte della Regione del Veneto.

 

Le auto dichiarazioni rilasciate saranno sottoposte a controllo di veridicità a campione. In caso di falsità è prevista la decadenza dal beneficio nonché, ai sensi dell’art. 76 del DPR 445/2000, l’applicazione delle sanzioni previste dal codice penale e dalle leggi speciali.